Android una nuova Tecnologia targata Google

Dopo tanto parlare dell’imminente uscita di un telefonino targato Google, il gigante del Web ha mostrato al mondo la sua “mossa” sul fronte telefonia, niente hardware per ora, ma solo una nuova tecnologia software chiamata Android. Questa tecnologia sarà comune a molti produttori sarà infatti un vero e proprio sistema aperto che porterà almeno si spera, una boccata fresca nel mondo della telefonia e permetterà di sviluppare applicazioni molto interessanti. La BigG ha già rilasciato un’sdk per lo sviluppo e ci mostra questa nuova tecnologia in un video dimostrativo.

Spero di riuscire di trovare del tempo per mettere le mani su questa nuova tecnologia e di postare il prima possibile del codice a riguardo 🙂

Come sempre:
Stay Tuned!!!!

Fonte: PuntoInformatico.it

Technorati Tags: , ,

2 Comments

  1. Ciao, ti lascio il mio primo commento.
    Android, il nuovo sistema operativo per mobile di google. Del progetto di Mountain View apprezzo la politica di una architettura comune, non proprietaria, un “open standard” che integrera le tecnologie di google.
    Purtroppo la notizia è seguita dall’annuncio che google esclude gli sviluppatori software del nostro Paese
    dalla competizione che ha indetto. “C’è troppa burocrazia, magari in futuro…”.
    Posto il link di una delle tante fonti che hanno pubblicato la notizia.
    http://www.repubblica.it/2007/05/sezioni/scienza_e_tecnologia/google6/concorso-android/concorso-android.html
    Questa è l’Italia che è riuscita a scoraggiare il colosso dell’informatica…
    Cosa ne pensate?!

    Ciao Marco

  2. ascatox

    Il nostro paese è sempre più spesso considerato dai grandi colosssi dell’informatica americana come un terzo mondo, lontanissimo dagli altri paesi europei, vedi Google con questo vedi Apple con l’iPhone. In parte capisco i loro dubbi sul nostro paese, con un digital divide spaventoso, pieno di burocrazie ataviche e mancanza di interesse verso l’informatica, in genere vista da aziende e pubbliche amministrazioni come un costo non come un investimento. D’altra parte però non condivido il voler penalizzare da parte di Google, il genio italico delle tante piccole comunità che creano e sviluppano cose interessanti anche per i grandi Big a stelle e striscie, come non condivido la scelta di Apple di non portare il suo telefono in un paese dove l’interesse verso la telefonia mobile è spaventoso, specie nel periodo Natalizio.

    PS: Grazie Mille per il commento, come sempre in grande stile 🙂

Leave a Reply